Lug
07
Filed under (psicologia) by Enrico Maria Secci on 07-07-2017

La psicopatologia scaturisce spesso dalla mancanza di senso, dall’impossibilità di rintracciare una qualche coerenza, un significato accettabile in ciò che ci accade. Come esseri umani, in ambito relazionale e affettivo abbiamo l’impellente necessità di capire il ‘perché’ di un dato comportamento e la soddisfiamo spesso attraverso la logica lineare o causale, che presuppone l’esistenza di una causa e di un effetto. Continua con la lettura »

Lug
03
Filed under (psicologia) by Enrico Maria Secci on 03-07-2017

Gioia, entusiasmo, felicità, armonia, desiderio, speranza, equilibrio, soddisfazione, appagamento, motivazione,slancio, fiducia, energia, benessere, determinazione, vitalità.
Quando hai pronunciato o sentito pronunciare l’ultima volta con convinzione e pienezza una di queste parole?
Alla tv o alla radio, forse, probabilmente in uno spot pubblicitario o tra le rime di una canzone. Più raramente o mai, nei discorsi della gente per strada o al telefono con un amico, o conversando con un conoscente.
Le categorie del pensiero positivo fanno sempre meno parte del parlare comune mentre vengono abusate dal linguaggio pubblicitario che le spreme e le svuota di senso, le snatura e le spalma sui prodotti più voluttuari per rivenderli con il deteriore valore aggiunto del consumo felice e l’illusione di acquistare uno status carismatico. Continua con la lettura »

Giu
30
Filed under (psicologia) by Enrico Maria Secci on 30-06-2017

 

Senti che la tua vita è distrutta, crolli e ti rialzi ogni giorno. Ogni giorno, quest’altalena disperata ti dondola e poi ti rovina al suolo. Questa altalena di aspettative umiliate, di silenzi sospesi, di assenze, ormai lo sai, toglie il fiato quando lui ritorna e tu ridi bambina. Trasformi ogni suo cenno in una danza, e iscrivi le sue parole asfittiche nel firmamento … e ti fai luna.

Quante volte hai capito che dovevi chiedere aiuto, perché quel cielo stellato, al mattino si palesava come un soffitto ammuffito? Quante volte hai detto “ti amo” e poi “basta”? Quanto spesso hai sperato e sopportato, fino alle lacrime e sino al ridicolo, per poi ricominciare da capo richiamata da un esile segnale, che il tuo cuore ha voluto amplificare come sinfonia? Continua con la lettura »

Risultati immagini per il cerchio

Immaginate una società che annulla i confini tra pubblico e privato, che digitalizza e monitora le attività di ogni cittadino all’insegna della salute pubblica e del bene comune. Provate a pensare a un mondo senza segreti, un mondo del tutto trasparente dove l’identità digitale corrisponde all’identità personale, anzi la sostituisce “per potenziarla” e alimentare una comunità iper-connessa e senza più barriere.

Questa società futuribile è descritta ne “Il Cerchio”, l’avvincente romanzo di Dave Eggers che affronta il tema del potere dei social-media  e le possibili conseguenze psicologiche, sociali e politiche dell’abuso delle nuove tecnologie. Mae, la protagonista della storia, ottiene un lavoro un’immaginaria azienda chiamata il Cerchio – una sorta di Facebook o di Google – con miliardi di utenti lanciata verso il monopolio dell’informazione, del marketing e dei servizi online in ogni campo. Continua con la lettura »

Giu
24
Filed under (psicologia) by Enrico Maria Secci on 24-06-2017


******* Nel 1954 un genio assoluto dei nostri tempi si suicidò mordendo una mela imbevuta d’arsenico.

Alan Turing, matematico e crittografo inglese, è riconosciuto oggi come l’inventore e il precursore dell’informatica e dell’intelligenza artificiale. Ma è anche ricordato perché giocò un ruolo decisivo nella sconfitta dei nazisti ideando una macchina capace di decodificare le comunicazioni militari segrete tedesche e, per questo, può essere definito un eroe.
Senza Turing l’orrore della svastica e dei lager sarebbero proseguiti mietendo altri milioni di vittime o forse non sarebbero mai finiti.

Eppure morì, svergognato e umiliato perché omosessuale. Continua con la lettura »

Giu
20
Filed under (psicologia) by Enrico Maria Secci on 20-06-2017

La sindrome di Takotsubo è un’alterazione cardiaca correlata al trauma affettivo  e allo stress prolungato che ne deriva. Individuato negli anni ’90 da ricercatori giapponesi, questo disturbo prende il nome da uno strumento per la pesca del polpo, il takotsubo, perché il cuore dei pazienti “ammalati d’amore” subisce una deformazione che ricorda la tipica forma di questa particolare trappola ittica.

Mediante risonanza magnetica è stato evidenziato che a seguito di lutti, delusioni o abbandoni sentimentali il muscolo cardiaco può subire un pericoloso cambiamento a carico del ventricolo sinistro, con conseguenze potenzialmente letali, come infarto e angina pectoris. Continua con la lettura »

Giu
17
Filed under (psicologia) by Enrico Maria Secci on 17-06-2017

 




*** Immagine: On/OFF, acquerello di Luca Melis (particolare)

‘Trauma’ è un termine medico riferito alla contusione o alla rottura di parti del corpo dovute a cadute o incidenti. Da un punto di vista fisico i traumi sono la conseguenza di situazioni che sottopongono scheletro e organi a stress meccanici col risultato di lesionarli più o meno gravemente.

Dai primi del ’900 quando Freud, medico e fondatore della psicoanalisi, sistematizzò il concetto di trauma psichico mediando questo costrutto dalla sua originaria specializzazione in neurologia, la psicologia non ha mai smesso di indagare sul rapporto fra eventi traumatici affettivi e relazionali e sofferenza mentale.

Oggi la comunità scientifica è unanime nel riconoscere che abbandoni, trascuratezze, indifferenza, abusi fisici o sessuali nell’infanzia possono condizionare a lungo termine lo sviluppo dell’individuo nelle successive fasi del ciclo di vita, a volte in modo profondo e radicale. Continua con la lettura »

Giu
15

E’ partito il conto alla rovescia: l’Esame di Stato incombe sospinto dall’ansia delle prove, un’esperienza dall’impatto emotivo così dirompente da aver ispirato film, canzoni e libri e da restare indelebile nella memoria. Questo è sufficiente a sottolineare il fatto che sarebbe davvero “anormale” non essere ansiosi. Continua con la lettura »

Sabato 10 giugno sarò al Centro Internazionale di Psicologia e Psicoterapia Strategica di Salerno col workshop ‘I narcisisti perversi e le unioni impossibili. La psicoterapia strategico-integrata delle dipendenze affettive”. Per psicoterapeuti, medici e psicologi in formazione.

http://www.cipps.it

***

Per approfondimenti:

*** Gli uomini amano poco. Amore, coppia, dipendenza
Spezzare gli schemi psicologici della dipendenza affettiva 

AMAZON – formato KINDLE : http://www.amazon.it/gp/product/B01EKOSJ6I/ref=as_li_tf_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=23322&creativeASIN=B01EKOSJ6I&linkCode=as2&tag=blogther-21

YOUCANPRINT – spedizione rapida: http://www.youcanprint.it/…/gli-uomini-amano-poco-amore-cop…

INTERNET BOOKSHOP – sconto immediato del 15%: http://www.ibs.it/…/9…/secci-enrico-m/uomini-amano-poco.html

KOBO – epub : https://store.kobobooks.com/it-it/ebook/gli-uomini-amano-poco-amore-coppia-dipendenza

___

******** I narcisisti perversi e le unioni impossibili
Sopravvivere alla dipendenza affettiva e ritrovare se stessi 

AMAZON
http://www.amazon.it/gp/product/8891161403/ref=as_li_tf_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=23322&creativeASIN=8891161403&linkCode=as2&tag=blogther-21
INTERNET BOOKSHOP
http://www.ibs.it/…/secci-e…/narcisisti-perversi-unioni.html

YOUCANPRINT:
Cartaceo: http://www.youcanprint.it/…/i-narcisisti-perversi-e-le-unio…
Digitale: http://www.youcanprint.it/…/i-narcisisti-perversi-e-le-unio…

 

Giu
05
Filed under (psicologia) by Enrico Maria Secci on 05-06-2017



L’ansia è senza dubbio il disturbo psicologico più diffuso. Secondo le statistiche, colpirebbe oltre 8,5 milioni italiani ed è responsabile del consumo crescente di farmaci psicoattivi, non solo nel nostro Paese.
Nel linguaggio comune la parola ansia individua un generico, ma pervasivo, stato di agitazione, di preoccupazione e di paura connotato da sintomi fisici di varia intensità. Tali sintomi irrompono all’improvviso e possono perdurare per ore, o manifestarsi con crisi acute, brevi e ripetute, sempre senza apparente ragione.

Da un punto di vista clinico, l’ansia individua una famiglia di disturbi: l’ansia generalizzata, il disturbo da attacchi di panico, la fobia sociale, l’ipocondria, le fobie specifiche ed è parte di altri quadri diagnostici come il disturbo post-traumatico da stress e la depressione. Continua con la lettura »